Medio Oriente e Gerusalemme al centro dei colloqui tra Vaticano e Turchia

di Silvia Castello

Città del Vaticano – Papa Francesco ha ricevuto in udienza, (nel palazzo apostolico), il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdoğan, che ha poi incontrato il segretario di Stato cardinale Pietro Parolin, accompagnato da Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati.

(Erdoğan ha attraversato piazza san Pietro con il Seguito presidenziale verso le dieci (in leggero ritardo sul protocollo) ed è uscito dalle Sacre Mura alla una, diretto verso il Quirinale, per il pranzo ufficiale con il presidente italiano Mattarella). Nel pomeriggio, una breve nota della Sala Stampa Vaticana ha riferito che nel corso dei “cordiali colloqui sono state evocate le relazioni bilaterali tra la Santa Sede e la Turchia e si è parlato della situazione del Paese, della condizione della Comunità cattolica, dell’impegno di accoglienza dei numerosi profughi e delle sfide ad esso collegate”. Ci si è poi soffermati sulla “situazione in Medio Oriente, con particolare riferimento allo statuto di Gerusalemme, evidenziando la necessità di promuovere la pace e la stabilità nella Regione attraverso il dialogo e il negoziato, nel rispetto dei diritti umani e della legalità internazionale”.

Category: Diplotimes