Fuga da Bisanzio

by Pietro Citati

Leggendo i bellissimi saggi di Iosif Brodskij siamo assaliti da un curioso sentimento di confusione e di ammirazione. Accanto a Brodskij, o a Siniavskij ... ci pare di essere dei bambini.

Non solo perché oggi nessuno, in Occidente, compone saggi che abbiano l'intensità e l'eleganza di quelli di Brodskij. Ma perché l'esperienza riflessa nei loro libri sembra avere una profondità, una vastità, una complicazione, una ramificazione, quale noi, nelle nostre vite educate e bene ordinate, non abbiamo mai conosciuto ... In Fuga da Bisanzio Brodskij parla di tutto: letteratura, storia, politica, la sua vita (e i mondi che roteano, invisibili, attorno alla traiettoria del nostro mondo). Parla di tutto non perché sia un privilegio che gli viene dalla professione di letterato: ma soltanto perché è un uomo intelligentissimo, che capisce quasi tutte le cose. (Courtesy Adelphi)

 

Iosif Brodskij, Fuga da Bisanzio

Traduzione di Gilberto Forti

gli Adelphi 2016

Category: Culture